Prestiti Per Disoccupati e Per Chi Non Lavora: Come Ottenerli Senza Garanzie

Sei alla ricerca di informazioni sui prestiti per disoccupati? 

Se non hai un lavoro e vorresti accedere a dei fondi, sappi che l’impresa è certamente possibile. 

La richiesta di prestiti senza garanzie è notevolmente aumentata nel corso degli ultimi anni, complice la crisi economica che ha assalito il nostro Paese.

Questo buio periodo di difficoltà ha contribuito a far si che le società finanziarie diventassero sempre più esigenti nei confronti dei loro potenziali clienti. Sempre più spesso infatti, per ricevere un prestito, vengono richieste delle garanzie soprattutto a chi non ha un reddito dimostrabile.

Tuttavia, abbiamo ottime notizie per te: richiedere un prestito se si è senza lavoro è possibile, rispettando una serie di linee guida. In questo articolo ti spiegheremo come avere un finanziamento per disoccupati e quali sono le possibilità a cui puoi accedere. Iniziamo subito.

Come funziona il prestito a disoccupati senza busta paga

Purtroppo chi è disoccupato non può presentare le garanzie comunemente richieste e considerate necessarie per ottenere un prestito. Oggi però esistono numerose alternative ed agevolazioni appositamente studiate e messe in pratica per andare in soccorso a tali categorie di persone.

Vediamo insieme quali sono e come funzionano.

Cos’è il prestito per disoccupati?

La prima cosa da dire in questa guida riguarda proprio la definizione di prestiti per disoccupati giovani.

Il prestito per chi non ha lavoro può essere richiesto da disoccupati o inoccupati di qualunque età che, per una ragione o per un’altra, si ritrova ad aver bisogno di liquidità.

Come probabilmente saprai, la forma di garanzia più richiesta da chi concede prestiti è proprio la busta paga o una fonte economica certa come la pensione; di conseguenza, ottenere un prestito personale senza questi requisiti potrebbe essere più difficile. Tuttavia i prestiti personali per i disoccupati dimostrano come in realtà ottenere un finanziamento non sia impossibile, a patto di poter fornire una garanzia diversa dallo stipendio, che generalmente è costituita dalla figura del garante.

Quali tipologie di prestito senza reddito esistono?

Come abbiamo detto, anche chi non ha un reddito dimostrabile può accedere ad un prestito, a patto che abbia un’altra garanzia, come la figura del garante.

I prestiti senza busta paga, come puoi intuire, sono delle cospicue somme in denaro che la banca o gli istituti di credito offrono a tutti quei soggetti che, nonostante non dispongano di una busta paga che dimostri ed attesti che il richiedente abbia un’entrata economica mensile stabile, necessitano di ricevere in prestito dei soldi.

Chi può usufruire di tale agevolazione?

Pensionati, casalinghe, disoccupati, giovani, dipendenti e più in generale chiunque ritenga di poter colmare le proprie mancanze economiche attraverso tale strategia.

Purtroppo però non è tutto oro quel che luccica e infatti, anche in questo caso, sono richieste un minimo di garanzie preliminari indispensabili per il conseguente rilascio del prestito.

Quali garanzie servono?

Non avendo un reddito dimostrabile, le banche e gli istituti finanziari decidono di tutelarsi attraverso precisi accorgimenti che prevedono procedure ipotecarie o pignoratizie nei riguardi di qualsiasi tipologia di bene redditizio intestato al nome del soggetto richiedente il prestito.

In alternativa poi, sempre più spesso vengono predilette le garanzie personali che prevedono ad esempio la presenza di un terzo testimone che, sottoscrivendo il contratto, accetta di impegnarsi a restituire il prestito concesso nel caso in cui il principale debitore dovesse venire meno all’accordo precedentemente stipulato.

Così facendo la banca, o l’ente che si preoccupa di emettere il finanziamento, ha la certezza che in un modo o nell’altro riavrà indietro il proprio denaro.

Ricapitolando, tra le garanzie che possono essere fatte valere da chi vuole ottenere un prestito senza lavoro:

  • La firma di un garante
  • Forme di reddito alternative alla busta paga, come ad esempio i proventi di un affitto
  • Forme di reddito saltuarie
  • Ipoteca su un immobile

Prestiti tra privati senza garanzie: cosa sono e come ottenerli

Un’alternativa ai prestiti per disoccupati senza reddito è il prestito tra privati. Questa forma di finanziamento ha visto una crescita molto importante negli ultimi anni, proprio per la sua accessibilità.

Per ottenerlo è richiesta la presentazione di un progetto alla società intermediaria, che darà un punteggio (rating) in base al quale viene fissato un tasso d’interesse. Una volta approvato il progetto e il tasso d’interesse, il finanziatore darà in prestito il denaro.

Prestiti a fondo perduto per disoccupati

Una categoria a parte è rappresentata dai prestiti a fondo perduto per disoccupati, una soluzione decisamente conveniente per tutti coloro che si ritrovano senza un lavoro.

Il funzionamento di questo prodotto finanziario è estremamente semplice e si basa sul concetto che la somma che viene concessa è, per l’appunto, a fondo perduto. Ciò vuol dire che non saremo vincolati alla restituzione dell’importo.

I benefici di questa forma di finanziamento sono molteplici rispetto ai prestiti personali, ma non è affatto semplice riuscire ad ottenerli. I prestiti a fondo perduto non si richiedono a banche o finanziarie, ma vengono concessi da altri Enti con l’obiettivo di rilanciare l’economia di un Paese. Come potrai intuire, infatti, gli istituti di credito non hanno alcun interesse a elargire prestiti a fondo perduto e senza garanzie.

Dove trovare questi prestiti? Tieni sotto controllo le news di PrestitiEccezionali per rimanere aggiornato su tutte le novità.

Come scegliere il miglior prestito per disoccupati

In base a ciò che è stato precedentemente detto, chiunque, anche chi non lavora e non ha quindi un reddito dimostrabile, può ritenersi appartenente alla categoria di coloro che possono ricevere un prestito economico da parte di banche o società finanziarie.

L’unica clausola che separa il richiedente prestito dal proprio denaro è data dall’obbligo di presentare un’altra tipologia di garanzie i cui costi siano equivalenti o superiori a quelli elargiti dalla somma di denaro che si desidera ottenere.

Per scegliere il prestito migliore per te:

  • Dai un’occhiata ai prestiti online per disoccupati: calcola la rata del tuo prestito e confronta i preventivi per ottenere l’offerta migliore per le tue esigenze
  • Richiedi più preventivi: non fermarti alla prima offerta e confronta ogni preventivo per scegliere quello che, secondo le tue esigenze, è il migliore
  • Leggi le clausole contrattuali: leggi sempre con estrema attenzione tutte le clausole del contratto prima di firmarlo, così da evitare brutte sorprese.

Sui prestiti per disoccupati abbiamo detto tutto per oggi: se hai ancora dubbi e non sai come scegliere l’offerta migliore per te, scrivici un commento e ti aiuteremo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.